ARTETERAPIA

Cos’è l’arteterapia

L’arteterapia è un insieme di metodiche che, facendo base su diversi approcci (psicanalitico, cognitivistico, relazionale), favorisce la promozione umana con scopi preventivi, riabilitativi di varie forme di disagio, attraverso l’uso di modalità di comunicazioni verbali e non verbali (grafico – plastico – pittoriche), e del processo creativo.

Chi è l’arteterapeuta

L’arteterapeuta è una figura professionale formata per esercitare la pratica di arte terapia come sopra definita. L’arteterapeuta svolge la sua attività in ambito socio-educativo e sanitario e possiede i seguenti requisiti:

  • conoscenza di fondamenti teorici e pratica di metodologie arteterapeutiche;
  • pratica di diverse tecniche espressive – principali implicazioni emozionali;
  • fondamenti della psicopatologia;
  • adeguata formazione emotiva e relazionale capace di sostenere il rapporto con il disagio.

I campi di applicazione

L’arteterapia è una metodi­ca che trova il suo spazio in vari contesti, con finalità orientativa verso la socializzazione, la formazione, la buona convivenza; in luoghi di comunità: famiglie, scuole, ospedali, centri di accoglienza, luoghi di lavoro, luoghi di mediazione culturale con l’intento di sviluppare creatività di supporto alla terapia, in situazioni di disabilità, di perdita di identità, di disorientamento.

“L’Arteterapia ha quindi come obiettivo il benessere, non è una professione sanitaria e non prevede attività riservate alle professioni sanitarie. In questo senso il termine “terapia” non è inteso in un’accezione quindi strettamente sanitaria, bensì in riferimento alla nozione estensiva di “salute” così come formulata dall’OMS: “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia”. Se, infatti, la salute viene definita in questa maniera è inevitabile che il suo raggiungimento o il suo ripristino non passi esclusivamente per la funzione delle professioni sanitarie. L’Arteterapia viene comunque anche utilizzata in ambito sanitario ma sempre e comunque su indicazione e sotto la responsabilità di personale sanitario.” (Statuto Associazione Professionale Italiana degli Arteterapeuti)